sabato 13 settembre 2014

2014 FINALE EMILIA: GIORNATA EUROPEA CULTURA EBRAICA 2014

Come ogni anno a settembre anche a Finale Emilia si tiene la Giornata Europea della Cultura Ebraica.
Ricevo da amici di Finale la locandina dell'evento, con gli incontri della giornata nei luoghi, che testimoniano la presenza di una attiva comunità ebraica per molti secoli!




venerdì 12 settembre 2014

TORTA MORBIDA CON SUSINE...AFFOGATE!!!

Le grosse susine violette, dal piccolo nocciolo, sono proprio molto adatte per fare questo tipo di torte, la loro polpa è soda e profumata, e con un semplice impasto non troppo ricco di grassi, si ottiene un dolce meno calorico di altri!!!


Con un handicap in partenza...da pesate fatte prima con la bilancia, visto che abbiamo confezionato quasi due kg di tortellini, ho cercato a lungo invano la ciotola della bilancia...ho rinunciato alla pesatura e ho fatto con l'empirico cucchiaio da tavola!


nella ciotola antiscivolo mettere 

3  uova fresche +  5 cucchiai di zucchero, montare bene con le fruste elettriche, aggiungere 50 g di burro sciolto al MW a 70W per 1', e montare ancora, quindi aggiungere la farina, 6 cucchiai da tavola mescolata a 2 cucchiaini di lievito per dolci, scorza di limone grattugiata, immettere a cucchiai alla volta, alternando con circa 5 cucchiai di latte
5  grosse susine sode, lavate e asciugate e tagliate a spicchi, preparare la base di carta forno, versare  l'impasto-crema, e appoggiarvi gli spicchi di  susine
Cottura in forno ventilato a 170°C per 40 minuti
Spolverare con zucchero a velo!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


 



mercoledì 10 settembre 2014

2014 CREVALCORE, LA FESTA ALLA ROTONDA E' RITORNATA...

La Festa dell'8 settembre 2011 
fu una festa bellissima, con un cielo sereno e così rosato nel tramonto, da far meraviglia...tanta gente venuta non solo dalle campagne intorno all'Oratorio, ma anche dal paese, come sempre, ma quella volta fu davvero eccezionale...o forse è il ricordo che fu l'ultima, che ce la rende più suggestiva!
Le vaghe striature rosa erano sopra di noi  come se fosse l'alba, invece del tramonto!
Testo e immagini di ivanasetti
Quest'anno la tradizione dei riti religiosi in questi giorni dedicati alla Madonna è ripresa, in tono minore, con mestizia ed emozione per la condizione precaria dell'Oratorio, tutto ingabbiato, inagibile...




Non c'era molta gente, anche perché mancava lo spazio che era disponibile nel passato, difficoltoso era parcheggiare, ...e anche il tramonto non era pittoresco come nel 2011, ma ha fatto presto a spegnersi, senza quei riverberi di colore di fuoco a ponente...
poi la luna che sorgeva, l'ultima grande luna visibile in queste settimane, sembrava scherzare dietro l'alberello che aveva i rami aperti come per salutarla
Una cerimonia in sordina, ma con tanto più fervore nella recita del rosario, e una piacevole chiacchierata fra amici e conoscenti attorno al tavolo dello spuntino, con gnocco al forno, torte salate e dolci e pasticcini..
Nel passato c'era una lotteria di beneficienza,  e ai tavoli che si allestivano attorno nella vasta aia della casa lì vicino, si mangiava gnocco fritto e salume, che veniva direttamente fritto durante la lotteria in enormi padelloni!
e si concludeva con i fuochi d'artificio!
In compenso quest'anno avevamo una splendida luna
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


lunedì 8 settembre 2014

ZWIEBEL-WAEHE AL PARMIGIANO DA PASTO, CROSTATA BASILESE DI DI CIPOLLE...EMILIANA

Un bel trancio di  fresco parmigiano reggiano da pasto, cipolle ramate giganti in cantina...e la voglia, ispirata da un amico d'oltralpe, di rifare la crostata che da tanti decenni conosco e che rifaccio per figli, nipoti e loro amici!

La base è sempre  una brisée da me adattata, per darle più croccantezza.
Stavolta ho usato

400  g  farina 00, un pizzico di sale
160  g  burro, non freddissimo
1      cucchiaino da caffè di bicaronato
due cucchiaini di succo di limone
acqua frizzante dal frigo, che aggiungo appena intrisa la farina con il burro, usando le dita (stavolta non ho usato il robot, l'acqua occorrente la si avverte impastando a mano)

L'impasto mi è servito per due crostate, quella di cipolle salata, utilizando più della metà dell'impasto, mentre per una crostata dolce alle susine, ho aggiunto 1  cucchiaio colmo di zucchero semolato

Intanto nettare le due cipolle di circa
500  g, e cuocerle dolcemente, coperte, fino  farle trasparenti, e raffreddare
di circa 700 g di impasto, ho fatto due parti, 400 e 300, la più gialla con l'aggiunta dello zucchero è per la crostata dolce
Preparareun disco con bordo per la base e grattugiarvi sopra a julienne circa 
1oo g  di parmigiano reggiano 16 mesi.
Preparare la crema che va mescolata alle cipolle stufate:
3  uova
2   cucchiai di farina
1  bicchiere di latte
sale e pepe
Dopo aver ben mescolato, aggiungervi le cipolle già fredde
versare la crema ottenuta sullo strato di parmigiano, cuocere in forno ventilato a 170°C per 45-50 minuti!

E' ottima il giorno dopo anche fredda, oppure rimetterla al forno a  scaldarla per una decina di minuti!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.



2014 CREVALCORE...ORE 19 DAL CAMPANILE I RINTOCCHI: LA CENA IN PIAZZA E' SERVITA

Verso le 19 siamo giunti a PORTA MODENA, o Porta da Sera, il sole è in procinto di calare al tramonto, la luce è propizia, ancora illumina la parte alta degli edifici, le foto possono essere ancora accettabili, per una fotografa come me!

PORTA MODENA ancora avvolta nel suo grigio velo

Testo e immagini di ivanasetti
Percorro quindi Via Matteotti iniziando dalla parte opposta a quella della mattina
 e sullo sfondo ancora illuminata la facciata interna di Porta Bologna
Ragazzini cominciano a portare acqua e altri volontari portano il vino, 
Dalle postazioni dei "viveri"comincia a sentirsi il buon profumo del ragù nostrano, quindi bolognese, che estraggono caldissimo dai contenitori a mestoli per condire la polenta fumante, già versata nei piatti di carta
 parenti e amici a gruppi alimentano quelle rumorose e allegre conversazioni che danno un sottofondo  piacevole che anima tutto il corso
 mentre dalla centrale Piazza Malpighi arriva musica


I" tre cuori rossi" spiccano sul candore dei camici...solerti donne e uomini riempiono piatti e altri si affrettano a servirli alla lunga serie di tavoli






Solo un tavolo, l'ultimo verso Porta Bologna è ancora vuoto, ma poi anch'esso si riempirà
Alla prossima edizione 2015!!!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


domenica 7 settembre 2014

2014 CREVALCORE: TAVOLATA PER LA CENA IN PIAZZA...L'ATTESA

Crevalcore ha una pianta urbanistica molto particolare, che favorisce l'aggregazione della comunità  per la vita quotidiana, con le attività commerciali, amministrative, religiose, che si concentravano, prima del sisma nel Centro Storico...
Molti eventi potevano essere  presentati all'interno di questo Centro, dove l'ampia Strada Maestra che lo attraversa da Est ad Ovest, decumano, e la Piazza Malpighi  uno slargo quadrangolare proprio al centro, offrivano una  ottima "location"...ci si sentiva come in un salotto buono...si godeva della  facilità di percorrere e assistere, di sedere come a teatro per la musica, il varietà, si aveva la  variegata animazione delle sagre, delle feste paesane...non penso alle occasioni di dolore, di guerra, di sciagure, dove il raggrupparsi nella piazza era pure un modo di partecipare e vivere insieme i momenti brutti

Vedere anche qui, edizione 2008, quando il Centro era "nostro"

Siamo andati per curiosare sui preparativi, già da giorni sedie e piani per la tavolata erano stipati accanto al monumento a Malpighi...che sta sempre vigile e silenzioso a  osservare lo svolgersi delle nostre  attività!

Da PORTA BOLOGNA!

Testo e immagini di ivanasetti
entriamo in Corso (Via) Matteotti, all'inizio non ci sono tavoli, le attività commerciali, alcuni palazzi, la Caserma dei Carabinieri, il Teatro e molte parti dei portici da entrambi i lati sono inagibili, quindi negozi chiusi da oltre due anni e palazzi e case disabitati



Qui sotto il Teatro ingabbiato per la messa in sicurezza...e le poltroncine rosse che sembrano pure esse in attesa della ristrutturazione!


si oltrepassa Piazza Malpighi...verso PORTA MODENA, ancora velata, con il campanile a vela e la campana piccola, a bada della Chiesa della Concezione o Da Sera!



A stasera...BUON APPETITO; CREVALCORE

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.