giovedì 21 luglio 2016

NONANTOLA: 23. FIERA DELL'AGRICOLTURA E DELL'ALLEVAMENTO 2016

Nonantola è una cittadina che mi piace molto, da anni la visito nelle sue  manifestazioni fieristiche, e ne approfitto per documentarmi su aspetti architettonici, storici, culturalI e gastronomici. 
Offre sempre eventi e iniziative che mi attirano e spero di potervi partecipare, per quel tanto che le mie condizioni me lo permettono. e persone disponibili mi portano e mi accompagnano!  I tempi e le possibilità cambiano e devo rendermene conto!

ANTEPRIMA DELLA FIERA:
LE fiere estive si susseguono da un paese all'altro e tanta gente, nei tempi passati, anche a piedi, in bicicletta e in corriera si spostava, alla ricerca di emozioni, divertimenti, canzoni di piazza, e"Cose mirabolanti" ,che solo in fiera si potevano trovare, ma soprattutto si amava incontrare l'esposizione di prodotti locali, legati all'agricoltura, all'artigianato, e alla tipicità gastronomica e particolare era la curiosità per  dolciumi e bigiotteria, ma anche per padelle e tegami e straordinarie scope dai luaghi manici, e colorate catinelle di plastica!
Finita la Fiera della Madonna del Carmine a Crevalcore si inaugura quella di Nonantola, che ancora mantiene la sua originaria tipologia, Fiera dell'aAgricoltura e dell'Allevamento, ecco due pagine della ricca brochure dedicata alla edizione 2016, negli eventi dell'ANTEPRIMA della Fiera!
Mi interessa molto la conferenza di giovedì 21 sera, sulla canapa, e la successiva visita al museo della Canapa, nelle sale della Partecipanza Agraria di Nonantola...
I miei ricordi sulla lavorazione della canapa sono ancora ben presenti in me, e anni fa ne feci una ricerca, ...
Oggigiorno a Nonantola si segue un progetto di ripristino di tale coltura!


domenica 17 luglio 2016

DOLCE ALLE PESCHE AFFOGATE

finalmente ho preparato un dolce, Anna mi ha portato una cassetta di pesche, che pure lei ha ricevuto da vicini con frutteto...il caldo ha accelerato la maturazione e si ha un eccesso improvviso di frutta...mi sono quindi dedicata al dolce che avevo in mente:

Testo e immagini di ivanasetti



    2  grosse uova +

130  g zucchero ben montati, aggiungere 
 80  g burro fuso , e montare a crema gonfia e morbida.

setacciatre

180  g  farina 0 con 2/3 di bustina di lievito per dolci 

 Tagliare a pezzetti 3 pesche mature lasciando colore il succo che utilizzo al posto del latte.
Versare a cucchiaiate la farina setacciata e scorza di limone grattugiata, alternando con il succo.
Versare le pesche a pezzettini, si ottiene una massa cremosa, che si versa in uno stampo rotondo foderato.

 
Sulla superficie posare fettine di pesca più soda, che cuocendo si affossato nell'impasto.

Cottura in forno ventilato per 45 minuti a 170°
E' davvero gustosa nel sapore delle pesche profumate e mature, 
Sono le mie torte pratiche per merende e colazioni! 


 

giovedì 14 luglio 2016

LO SCHIANTO TRA GLI ULIVI DI PUGLIA: MORTE E INFINITO DOLORE

Per la mia amata Puglia

Ulivi di Puglia
testimoni involontari di morte
fatale, improvvisa, .
Le piccole foglie fremono
come lacrime d'argento
il cielo immenso accoglie
anime innocenti e i pianti
di chi soffre nelle ferite.
Resta il dubbio, la rabbia
l'attesa , il corollario
di parole, promesse, ritardi-
Vero e vivo sarà solo
quello schianto
fra gli ulivi
i.s

Testo e Immagini di ivanasetti
 





lunedì 9 maggio 2016

TAGLIATELLE CON LE ROSE E ZUCCHINE: RICETTE PER IMMAGINI

Domenica della Festa della Mamma, fiori a profusione in omaggio alle mamme, e spero anche parole  dette e scritte di amore e gratitudine!
Io ho questa immagine in cui la purezza dei colori è gioiosa e profonda, come l'amore delle mamme!
Testo e immagini di ivanasetti
E le mie rose genuine, non trattate, sono a maggio un gradito ingrediente nella mia cucina casalinga!
Oltre alla frittata del lunedì, a metà settimana ho fatto la pasta all'uovo che mi ha impegnata parecchio a confezionare tortellini, circa un chilo e mezzo, altre tagliatelle e degli stricchetti
In frigo asparagi e zucchine, quindi ho fatto due diversi primi piatti, dal condimnto simile, ma variata la verdura principale, asparagi o zucchine

Letagliatelle:

Un battuto di foglie di sedano verde, quello che si coltiva nel vaso
pancetta coppata , circa 70 g, uno spicchio d'aglio
da scaldare in olio brevemente nella padella che potrà contenere anche la pasta lessata, per insaporirla nel ragù.
 aggiungere due zucchine verdi tagliate a segmenti di due  cm circa
ammorbidire le zucchine, mescolando,poi aggiungere 5 rose medie, al colmo della fioritura, a listerelle, gocce di limone, lasciare cuocere cinque minuti a fuoco basso e incoperchiato. Introdurre tre pomodori a pezzetti  e un poco di acqua calda
Cuocere coperto intanto che la pasta cuoce.
 
Il condimento viene poi salato e pepato a piacere.
Le tagliatelle fresche hanno una cottura veloce, un paio di minuti, stare attenti quando sono già alzate, vanno  scolate bene e messe nella padella a insaporirsi!

 Gli STRICCHETTI CON ASPARAGI


Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


 

venerdì 6 maggio 2016

INNAMORARSI A CREVALCORE: KELLY FILM 2016

Anche quest'anno Gianfranco Kelly ci regala un film, cche vedremo lunedì 9.maggio.2016 all'aUDITORIUM "PRIMO MAGGIO"

INNAMORARSI A CREVALCORE

Ritroveremo interpreti nuovi, ma restano gli attori locali, che Gianfranco ben inserisce nelle sue trame, esaltando la loro caratteristica popolare e nostrana,con simpatia, ironia e benevolenza!
Una specie di spiritello è il nostro regista, che sottolinea vezzi e difetti, bravate e megalomania, fantasia e ingenua semplicità, in fondo!



Come sempre il film è preceduto da un Documentario, che stavolta riguarda la RINASCITA, DOPO QUATTRO ANNI DAL TERREMOTO, DELLA NOSTRA CREVALCORE!

Ingresso gratuito, come sempre.

Crevalcore, oggi un'altra conquista della nostra identità, è tornata alla bellezza originaria dopo la ristrutturazione 

PORTA BOLOGNA

Ponteggi e teloni sono stati rimossi, la bella struttura, i colori, i busti e i pennacchi che la ornano, sono di nuovo un bel simbolo per la comunità!

 


martedì 3 maggio 2016

ORTAGGI E FIORI NEI PIATTI: FRITTATA DI ZUCCHINE CON ROSE, YOGURT E PARMIGIANO

Le piogge di questi giorni rendono tristi le ore, così spente, umide e senza colore; consolazione e relax, malgrado qualche acciacco che si risveglia, li ritrovo in cucina, strologando e combinando gli ingredienti disponibili, di questi le uova sono quelle più versatili, che utilizzo in paste all'uovo ripiene come tortelloni e tortellini, nei maltagliati e tagliatelle, ma anche  per i passatelli...e nei dolci  come la "brazadela" semplice o ripiena di savòr!

Stamattina ho imbastito la frittata, mi faceva pena vedere attraverso i vetri della finestra della cucina le rose che piegavano le testine gonfie di pioggia, che le avrebbe macerate. così ho pensato di prenderne un paio per combinarle nella frittata!
Testo e imagini di ivanasetti

Ingredienti, a occhio!

1 cipolla ramata tritata
due zucchine verdi a dadini
sale, pepe, origano.un po' di prezzemolo tritato
olio evo
In paddella a fuoco dolce, coperto, fino a che non sono morbide
aggiungere anche due rose , lavate con acqua e limone e alcune foglie di menta tritate
 In una ciotola  grattugiare

3 cucchiai di parmigiano reggiano
2  cucchiai di pangrattato
2  cucchiaiate di yogurt naturale
sale, pepe,  e noce moscata
mescolare e rompervi dentro
4  uova fresche, di campagna le mie, e anche grosse


Versare nella crema ottenuta la verdura già tiepida, mescolare bene, si potrebbe anche mettere un pizzico di bicarbonato, se si aggiunge anche un cucchiaio di farina, ma stamattina ho dimenticato!
Friggere a fuoco basso il composto, in una padella larga, coperta, poi farla scivolare sul coperchio rovesciato, riappoggiare la padella capovolta sulla frittata e capovolgere con movimento deciso!
era ottima, anche per i ragazzi!
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.



martedì 12 aprile 2016

UN PRANZO DEL LUNEDI' A CASA MIA: VERDURE NEL RISOTTO E PER SECONDO PIATTO, AGGIUNGENDO UN PO' DI PROTEINE

Il lunedì mi fa partire con buoni propositi, cucinare gustoso, ma diminuendo le calorie, oggi a pranzo radicchio di Treviso e finocchio, riso, parmigiano e  e prosciutto!

Testo e immagini di ivanasetti
Primo piatto:
RISOTTO CON ODORI E RADICCHIO DI TREVISO



220 g di riso integrsle 
una cipolla bianca media
una carota
una costa di sedano verde con parte delle foglie
150  g di foglie di  radicchio trevigiano
olio evo, un dado da brodo classico
parmigiano
Tritare finemente gli odori e farli appassire in tegame antiaderente fino a che sono trasparenti e nel frattempo portare a bollore circa un litro di acqua, cui si aggiunge il dado.
Tagliare  a listarelle circa
150 g di foglie di radicchio, ben lavate e asciugate 
e aggiungerle agli odori e fare insaporire, rimestando.
Ora aggiungere il riso, mescolare , e versare il riso, mescolarlo bene e tostare solo brevemente, quindi versare due mestoli del brodo bollene, cuocere a fuoco medio, aggiuntando il brodo, quando è assorbito.
Non ho mantecato il risotto, ho impiattato e cosparso con formaggio parmigiano reggiano.

Il secondo
30 g di parmigiano
30 g di prosciutto crudo di Parma
finocchio e radicchio stufati


12  spicchi di finocchio fresco e sodo, un finocchio e mezzo), lasciato a bagno in acqua e bicarbonato poi ben risciacquato
due cucchiaini da the di prezzemolo, sale e pepe e un cucchiaio d'olio, un bicchiere di acqua, chiudere quasi ermeticamente con coperchio, non mescolare, si cuoce in breve tempo, scoprire verso la fine e fare asciugare se è ancora troppo umido

tre quarti di un cespo di radicchio trevigiano a spicchi
olio evo, sale, pepe, aglio a fettine, lavato con acqua e bicarbonato e risciacquato bene.
L'aglio va messo sopra, non a contatto con tegame e olio, il sapore ci guadagna e non viene l'alito cattivo!
Un ottimo metodo per avere verdure  saporite e tenere. 

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.