martedì 15 aprile 2014

BACHECA: M. P. BALBONI A CASTELLO ESTENSE, FERRARA con "BISOGNAVA FARLO"


Ricevo da Maria Pia...e mi fa tanto piacere che questo bel libro venga divulgato, sono storie nella Storia, che hanno coinvolto persone coraggiose e altruiste delle nostre terre...e dobbiamo conoscerle!!!

MARIA PIA BALBONI

BISOGNAVA FARLO


Il salvataggio degli ebrei internati a Finale Emilia



Venerdì 18 aprile 2014 – ore 17.30
Ferrara - Castello Estense – Sala Alfonso I d’Este



Maria Pia Balboni ha scritto un libro spesso drammatico, ma a tratti quasi esaltante, sul tema della persecuzione e del salvataggio degli ebrei internati a Finale Emilia negli anni bui del fascismo e del nazismo … Questa è la loro storia, ma è anche la storia di coloro che, non per interesse personale o per particolari affinità con i perseguitati, ma perché bisognava farlo, si impegnarono per salvare le loro vite …
Preparatevi a leggere un libro che vi farà vivere momenti di invincibile angoscia ed altri che in qualche modo vi consoleranno …
(dalla Prefazione di Arrigo Levi)

lunedì 14 aprile 2014

IL VETRO DORATO PALEOCRISTIANO DI CREVALCORE,IL LIBRO SUL PREZIOSO RITROVAMENTO....UN TESORO ARCHEOLOGICO CHE ARRICCHISCE LA NOSTRA CITTADINA NELLA SUA IDENTITà STORICO-ARCHEOLOGICA

Ho vissuto con grande emozione e soddisfazione l'evento del 12 aprile 2014: Nell'Auditorrio Polivalente si è tenuta la presentazione del libro sul Vetro Dorato.

Il 28 aprile 2012 si era tenuto a Villa Ronchi un incontro con gli studiosi che presentarono il reperto archeologico, di cui parlai con grande entusiasmo 

Il ritrovamento del VETRO DORATO PALEOCRISTIANO ai Ronchi

testo e immagini di ivanasetti
con la palese emozione di Carlo Zucchini, che raccontò della fortuita scoperta da lui fatta, per la grande  passione di ricerca su quello che è stato, visto nei suoi monumenti ed edifici, Crevalcore nella storia..contribuendo a  sistemare materialmente, e avviando ai settori preposti e agli esperti della materia.
Fu una giornata stupenda, con la visita alle sale della Villa, mentre un gruppo di sommozzatori e ricercatori effettuava una perlustrazione mirata in uno dei tre pozzi nella corte.

GRUPPO ARCHEOLOGICO RAVENNATE   GRA

Da quel giorno molte cose sono successe, il Sisma di maggio 2012 ha sconvolto la nostra cittadina in maniera grave, soprattutto per l'aspetto architettonico, ma il progetto per indagare, studiare, catalogare il prezioso reperto, unitamente alle reliquie contenute nella teca di Santa Deodata, è andato avanti e oggi abbiamo la conoscenza scientifica, storica, antropologica e altro scritta sulle pagime del libro che ho in mano..
Una esposizione davvero ben equilibrata, efficace, armonica dei vari tipi di studi effettuati dai diversi ricercatori...sono rimasta davvero soddisfatta...non ho scattato molte foto, non mi azzardo mai a "farmi sotto", non fotografo volentieri le persone, mi piace solo coglierle nei momenti espressivi della loro attività, senza che loro quasi se ne accorgano.







Un riconoscimento dovuto è stato fatto a Carlo Zucchini. per la sua appassionata dedizione alla conoscenza del nostro territorio, nel suo passato, coinvolgendo giovani e meno giovani nella attività svolta presso l?ACCADEMIA DEGLI INDIFFERENTI E RISOLUTI, AIR, di Crevalcore!
Sono davvero grata a coloro, dell'Amministrazione Comunale, e agli atudiosi e interessati alla nostra identità culturale, che hanno portato in porto anche questa operazione di arricchimento per Crevalcore
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


giovedì 10 aprile 2014

I GARIBALDINI DEL BATTAGLIONE P. SETTI A "LE VIE DEL TEMPO", UNA PARTECIPAZIONE BEN CURATA E INTERESSANTE

Come detto in precedenza ho potuto visitare la manifestazione  dei gruppi di rievocazioni storiche nella piazza di Crevalcore solo nella mattinata...ma ho potuto  soffermarmi con più calma nelle postazioni che mi attiravano di più, perché non c'era ancora molta folla, i gruppi stavano preparandosi alle attività più impegnative della giornata...

Il gruppo nostrano era appunto nella sua postazione in attesa









sul tavolo accanto sono esposti libri, pubblicazioni, documenti, una cartina , oggetti
ma l'aspetto più interessante è la presenza degli strumenti musicali a formare una banda garibaldina...stanno per eseguire l'inno di Mameli, quindi l'Inno Garibaldino, che ho registrato, ma avendo l'audio nel PC che non mi funziona, lo aggiungerò in youtube appena posso!
al centro il manifesto con l'appello ai cittadini ad arruolarsi nei Graibaldini
 Il sig. Passerini, che impersona il Ciolonello Tommaso Rossi del Reggimento Unione, è ricercatore  del periodo del Risorgimento Italiano, soprattutto  riferendosi a personaggi della nostra cittadina, che hanno compiuto il loro dovere, e il sacrificio di se stessi , nelle battaglie per la conquista della libertà e dell'unità d'Italia.
La sua passione è pure rivolta alla quotidianità, alla ricerca di elementi che ci mostrino come si viveva allora, sulle musiche, i costumi, il cibo...e ci risvegliano l'interesse per il nostro stesso passato, che riguarda i nostri avi, i bisnonni, le loro abitudini.  

pane scuro e pane condito, e dolcetti da ricetta garibaldina, mi si dice, il che mi intriga parecchio!
Mi fa piacere che si stia legati alla storia che ha riguardato nostri uomini e anche donne, dei quali ancora esistono discendenti, e di cui forse vediamo le case loro appartenute, forse le stesse ancora, o modificate...questo fatto mi stimola sempre ad essere "vigile", a voler conoscere, anche dai muri, dalle porte antiche con le lunette a vetrata adorne di ricami in ferro battuto, dai fregi, dai balconi, chi vi abitò...
Cerchiamo di non soffocare il nostro passato con troppa invadenza e confusione di stili e fantasie...non si deve rinunciare alla propria identità, soprattutto quando abbiamo personaggi, opere e memorie di un certo valore da rispettare e rivalutare.

Appena passato mezzogiorno il gruppo si porta davanti al Municipio e qui esegue i due inni di prima e una marcetta...
E' grande la commozione ascoltare quella musica e avere dietro il Municipio chiuso, come pure di fronte, oltre al monumento a Mlpighi, intatto, la Chiesa di San Slvestro ancora inagibile









Nelle ultime settimane qualche nuovo negozio ha aperto proprio sotto i portici del corso Matteotti, qualche movimento in più si nota nei giorni feriali...la speranza continua a tenerci su!
Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.


mercoledì 9 aprile 2014

CREVALCORE, LE VIE DEL TEMPO, LA STORIA COME SPETTACOLO PER DIVERTIRE E INSEGNARE

Domenica 6 Aprile si è svolta per tutta la giornata la manifestazione "LE VIE DEL TEMPO"...Il mattino abbiamo potuto andare e da Porta Bologna non vi era ancora movimento, si intravedeva però gente verso Piazza Malpighi, fulcro del centro storico
primi incontri con i personaggi dei gruppi storici, 
Sono sempre momenti di disagio nel varcare  la Porta e avere la prospettiva che ci troviamo davanti, con  i cantieri, i ponteggi, i sostegni, le misure di rinforzo e di messa in sicurezza
ma poi incontrare persone, sentire le voci, soffermarsi alle postazioni dei gruppi storici rendono più leggeri e ci risvegliano la voglia di soffermarsi, parlare, curiosare e lo faccio sempre, mi interessa conoscere, informarmi e questo giovanotto è disponibile e anche contento di spiegarmi il suo abbigliamento del Duecento,
e mi mostra la sua "agenda" due tavolette chiuse a libro con  lo stilo per scrivere sullo strato di cera
Poi si susseguono, banchi, sedili, panche e tanti oggetti, armature, insegne, stendardi esposti, ciascun gruppo per epoche diverse.
L'artigiano del cuoio, con articoli di pelletteria delle epoche

suggestivi i gruppetti, che mostrano le attività, i giochi
la giornata non è ancora al massimo, a me piace  camminare tranquillamente e godermi gli angoli più completi e corrispondenti al meglio al periodo storico scelto
Le donne nelle attività muliebri, gli uomini a preparare la guerra



 la musica
 la piazza che si fa sempre più animata
In genere non amo fotografare in posa, vorrei che non si accorgessero di me, voglio cogliere ciascuno nella sua attenzione al lavoro,  mi piace vedere la passione, il divertimento, l'impegno





Voglio percepire l'aria della pace



 Verso porta Modena troviamo i periodi più recenti, i Garibaldini con il Risorgimento, le truppe austriache, i bersaglieri


le dimostrazioni belliche saranno nel pomeriggio, ma io non sono amante delle azioni movimentate, e ho fatto la mia visita nella mattinata
A parte metterò un post sui Garibaldini, che hanno offerto una ottima rappresentazione, con cibo, storia e la musica con la banda garibaldina!

Licenza Creative Commons
This opera is licensed under a Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported License.